social linkedin box blue 32
social facebook box blue 32
social twitter box blue 32
social facebook box blue 32

iit-logo-v3-mainsite

News & Events ■ News ■ 2015 News

News 2015

Il 28 Maggio a Trento - Il Cervello nella rete

crevello trento300pxGiovedì 28 maggio, alle ore 14:30, Angelo Bifone, il direttore del CNCS (Centro di ricerca per le neuroscienze e i sistemi cognitivi) dell’Istituto italiano di Tecnologia, illustrerà in un seminario divulgativo la sfida scientifica per arrivare a comprendere la connettività cerebrale.

L'incontro si svolgerà presso la sala Stringa della Fondazione Bruno Kessler di via Sommarive 18 a Povo (Tn), 

I più recenti approcci allo studio delle neuroscienze privilegiano la rappresentazione del cervello come una “rete”. Cosa succede se ne modifichiamo la struttura?

Se la metafora Internet è uno strumento efficace per descrivere le attività del nostro cervello, la complessità del suo funzionamento porta a identificare più reti: ad esempio una rete strutturale, che codifica le connessioni anatomiche tra le diverse porzioni del cervello, e una rete funzionale che sottende le dinamiche di scambio di informazioni tra le diverse regioni. 

Spesso l'alterazione di queste “reti” è alla base di numerose patologie neurodegenerative, oppure di sindromi di origine genetica. Qual è la relazione fra loro? Una modifica della rete strutturale, come potrebbe accadere in seguito ad un intervento neurochirurgico, compromette anche la rete funzionale? Due reti funzionali simili implicano necessariamente due reti strutturali simili? Queste sono alcune delle domande oggetto di studio e discussione all'interno della comunità di neuroscienziati e la cui risposta porterà ad una maggiore comprensione dei meccanismi di funzionamento del cervello.

Il seminario di Angelo Bifone illustrerà qual è il legame fra questi studi e alcune patologie neurologiche, quali degli interrogativi aperti hanno trovato riscontro e quali hanno ancora una interpretazione controversa. Bifone spiegherà poi al pubblico in che modo la computer science può contribuire ad interpretare correttamente i dati sperimentali per fare luce sul funzionamento del cervello.

L'importanza della comprensione della struttura sia anatomica che funzionale delle connessioni del cervello è testimoniata anche da una recente iniziativa "ConnectBrain" curata dall'Unità di Neurochirurgia dell'Azienda provinciale per i Servizi sanitari di Trento, che mira a promuovere le nuove tecniche di neuroimaging (utilizzo di tecnologie non invasive di neuroimmagine) per caratterizzare la connettività cerebrale.

Se il cervello può essere esso stesso concepito come una grande e complessa rete di connessioni, anche il suo studio richiede che numerose competenze  siano messe “in rete". E’ su questa convinzione che la Fondazione Bruno Kessler, attraverso il Laboratorio di Neuroinformatica (NILAb), ha avviato una collaborazione, della durata dicinque anni, con uno dei più prestigiosi centri di ricerca in Italia, l'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), in particolare con il Dipartimento Pattern Analysis & Computer Vision (PAVIS) a Genova. L’obiettivo è di sviluppare metodi e strumenti computazionali per lo studio e l'analisi della connettività cerebrale. (m.l.)

Last Updated on Tuesday, 26 May 2015 14:41

iCub, il cucciolo di robot incontra i milanesi

icub bday cover

 

iCub, il nostro cucciolo di robot, da domani incontrerà i milanesi nel contesto del Wired Next Fest che si svolgerà ai Giardini Indro Montanelli dal 21 al 24 maggio. Dalle 10 del 22 maggio, presso il Museo Civico di Storia Naturale di Milano, iCub il robot umanoide più diffuso al mondo - con oltre 30 robot tra USA, Giappone, Sud Korea ed Europa - mostrerà tutte le sue potenzialità insieme al team di ricercatori che si occupa del suo sviluppo.

Il robot iCub ha la forma e le dimensioni di un bambino di circa 4 anni, da cui il nome “cub” che in inglese significa “cucciolo”. Possiede 53 “snodi” di movimento, la maggior parte dei quali sono nelle braccia e nelle mani per consentire azioni di presa e di manipolazione fine degli oggetti. iCub ha telecamere che riproducono la vista, microfoni per la ricezione di suoni, sensori inerziali che riproducono il senso dell’equilibrio, e sensori tattili e di forza per misurare l’interazione con l’ambiente. E’ l’unico robot al mondo ad avere il proprio corpo ricoperto di una pelle artificiale – un sensore tattile che gli permette di capire se e come viene toccato dall’uomo e di rispondere nella maniera adeguata. Il progetto iCub è open source e si sviluppa con il contributo dei principali team di ricercatori al mondo.

Tali caratteristiche rendono iCub, un robot umanoide che è in grado di vedere l’ambiente che lo circonda, riconoscere alcuni oggetti, capire se una persona è presente di fronte a esso, rispondere a semplici comandi vocali oppure al contatto fisico con le persone. Inoltre, a comando può afferrare oggetti ed eseguire alcune azioni come spostare, prendere, rovesciare, ecc.

E proprio di Intelligenza Artificiale parlerà Roberto Cingolani, Direttore Scientifico dell’Istituto, alle 11:45 del 22 al WNF Main Dome alla conferenza “Il presente dell’Intelligenza Artificiale” in cui verranno presentati i numerosi robot realizzati dall’Istituto e le prospettive della robotica mondiale.

Ma non sarà solo la robotica in mostra al Wired Next Fest, il 23 alle 1830 presso il WNF Audi Dome si parlerà di grafene, il materiale del futuro, con Vittorio Pellegrini Direttore dei Graphene Labs e durante tutta la durata della manifestazione diversi ricercatori IIT parleranno di microscopia a super-risoluzione da premio nobel, retine realizzate artificialmente e fotovoltaico di nuova generazione. 

Last Updated on Thursday, 21 May 2015 14:27

La ricerca italiana si racconta, nasce GENIUSLAB: il sito dedicato ai ricercatori

E’ online GeniusLab ( www.geniuslab.org ) la prima community italiana che raccoglie i profili, le storie e i progetti di ricerca d elle m enti più brillanti in ambito scientifico e permette loro di condividere il sapere accademico raccontando, confrontando e promuovendo il proprio operato. La presentazione ufficiale della piattaforma avverrà lunedì 25 maggio alle ore 17.30 presso il Museo dei Bambini Milano (MUBA) in una conferenza dal tema “R icerca e Comunicazione ” durante la quale grazie alle testimonianze dirette dagli atenei partner del progetto verranno presentate alcune Storie della nostra ricerca. Il sito è stato ideato e creato da Smart Italy, un’associazione che si occupa di diffondere la cultura digitale in Italia, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, i Politecnici di Milano, Torino, Bari e ’Università Politecnica delle Marche. 11232729 1612719382306774 3229780403203134020 o

Gli ambiti di studio cui GeniusLab si riferisce spaziano all'interno di uno spettro molto ampio non limitandosi alle scienze propriamente "tecniche": d alla robotica alle energie rinnovabili, dall'ingegneria aerospaziale all'architettura e al design. Sono più di 80 i ricercatori attivi nelle 22 aree di ricerca che vedono in testa la specializzazione in Information and Communication Technology (ICT) seguita da Nanotechnology. La piattaforma GeniusLab si avvale anche della collaborazione con il «Corriere della Sera» che selezionerà le migliori storie di ricerca e le pubblicherà sul sito del quotidiano, dando l’opportunità ai nostri ricercatori di far conoscere i propri risultati ad un pubblico molto ampio. GeniusLab nasce anche come punto di riferimento per le imprese che potranno proporre temi di discussione, monitorare i lavori di tutti i ricercatori italiani nel mondo e contattarli dando vita a importanti collaborazioni. Oltre a questo, per portare la ricerca fuori dalle aule universitarie, si segnala l’iniziativa "Storie che raccontano il futuro" , il progetto didattico dedicato alla scienza e promosso da Snam con la Collaborazione di Smart Italy. Gli alunni delle scuole elementari italiane che parteciperanno all’iniziativa avranno modo di trovare nel loro kit didattico, tradotti in un linguaggio semplice ed accessibile, alcuni dei progetti presentati sul portale e che sono più vicini alle tematiche dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile. GeniusLab ambisce, quindi, ad essere la vetrina che permette ai ricercatori di comunicare e trasmettere il proprio lavoro rendendolo accessibile anche ad un pubblico non specialista .

Last Updated on Wednesday, 20 May 2015 10:52

Al via Cinema Scienza, rassegna cinematografica organizzata da Polimi e IIT

cinemascienza

 

La rassegna cinematografica CINEMA SCIENZA organizzata dal Politecnico di Milano (Polimi) in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) partirà il prossimo 15 maggio alle 17:30 presso l’Aula De Donato del Politecnico di Milano. Il primo film dell’iniziativa sarà Blade Runner di Ridley Scott.

Sarà l’occasione per confrontarsi con Alessandro Balducci, Prorettore e docente di Urban Policies del Politecnico di Milano e Lorenzo Natale Team leader iCub Facility, Istituto Italiano di Tecnologia, sulla società di domani e di come le nuove tecnologie cambieranno e influenzeranno la nostra vita quotidiana. Gli argomenti trattati riguarderanno le città del futuro e la robotica, partendo dalle suggestioni del film in programma, verranno affrontate le ultime ricerche in questi campi.

Si affronteranno i temi delle città del futuro e della robotica che sta entrando ogni giorno di più nella nostra quotidianità. CINEMA SCIENZA è un’iniziativa volta a sensibilizzare sui temi rilevanti della società moderna mediante spunti tratti dai film selezionati e approfondimenti a cura degli esperti di rilevanza mondiale di Polimi e IIT.

I prossimi appuntamenti di CINEMA SCIENZA:

4 Giugno –  Film Tron Esperto Pier Luca Lanzi, Docente di Sistemi Di Elaborazione delle Informazioni, Polimi.

25 giugno - Film Social Network Esperto Andrea Lamperti, Responsabile Osservatorio New Media & New Internet del Polimi e Eleonora Palmaro, data analyst del'IIT

Inoltre sono previsti ulteriori appuntamenti  con i film: Valentino l’ulitmo imperatore (Settembre), Margin Call (Ottobre) ed Interstellar (Novembre)

Per info:

Cristina Perini

Responsabile Ufficio Relazioni con i Media

Politecnico di Milano

Tel. 02 2399 2508

cell. 3204363025

This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it

Last Updated on Thursday, 14 May 2015 13:58

INFORMATION NOTICE ON COOKIES

IIT's website uses the following types of cookies: browsing/session, analytics, functional and third party cookies. Users can choose whether or not to accept the use of cookies and access the website.
By clicking on further information, the full information notice on the types of cookies used will be displayed and you will be able to choose whether or not to accept cookies whilst browsing on the website.

Try our new site and tell us what you think
Take me there